After his graduation at Politecnico di Milano in 1985, Roberto Mascazzini has been firstly Vittoriano Viganò assistan professor and architect collaborator for about a ten year period. Then he has been furniture designer for Arflex, Vittorio Bonacina, Felice Rossi and other firms, interior architect and stand designer for Iveco, Salvarani and Pirelli. Nowadays his studio deals mainly with urban and landscape design, especially through competitions. Clients are both private citizens and public administrations. Main works are: a landscape design project for the new Politecnico di Milano - Bovisa university campus in Milan (with arch. Vittoriano Viganò), Rossi House, Branca House, Buscate Cultural Centre, Rho railyard redevelopment, a new social housing neighborhood for about 1.000 inhabitants in Milano - Figino, terraced houses in Sesto San Giovanni built with recycled local materials. Works in progress are: Buscate town center redevelopment, Gallarate new library, Cesate graveyard expansion.

Currently he’s a tutor professor at the Architecture University of the Politecnico di MilanoPolitecnico di Milano), where he focused on prison buildings redevelopment

Awards Joung Design 1993 (awarded) Premio Domus-Inarch 1996 (mention) Premio Domus-Inarch 1998 (1st prize opera prima), International awards Dedalo-Minosse 2004 (mention) “Ricerca e Formazione Progetto di Architettura. Architetti italiani under 50 “ - Palazzo della Triennale di Milano - 2005 “Architetti interpretano la casa d’abitazione italiana” - Rassegna sull’abitare nell’ultimo decennio – Cittadella (PD) 2005. “Conflitti, Architettura Contemporanea in Italia” – Salerno 2006 Ha esposto il proprio lavoro al Museo delle Scienze, al Palazzo delle Esposizioni e alla Triennale di Milano, alla Basilica Palladiana di Vicenza, al Maschio Angioino di Napoli. Entro il percorso itinerante della mostra “Dedalo-Minosse” anche a:
Washington, San Francisco, Mosca, Barcellona, Tokyo, Pechino, Praga, Londra, Madrid. Segnalato tra i 101 studi emergenti nel mondo dalla rivista WALLPAPER 2007 Architetto selezionato per il Premio Internazionale di Ideazione e Progettazione Tecnica, Genova 2011 Premio internazionale The Plane 2016 (finalista) Premio internazionale IQU 2016 (3° premio) Internatioal Prize for Sustainable Architecture 2017 (finalista)

Rho - Italia

Verde-acqua

Con Paolo Favole, Stefano Santambrogio, Luca Compri // LCA architetti

riqualificazione urbana e ricomposizione dello scalo merci

1
Roberto Mascazzini

La finalità del Concorso è quella di ricevere idee ed ipotesi progettuali volte a al raggiungimento degli obiettivi meglio descritti nell’allegato “Documento di inquadramento architettonico dell’area scalo ferroviario - analisi del contesto dell’area oggetto di bando, delle esigenze dell’Amministrazione Comunale e dei criteri progettuali da rispettare per la redazione delle proposte progettuali”, così riassumibili: obiettivi generali: - riqualificazione urbana dell’area e ricomposizione architettonica della stessa; - valorizzazione del ruolo strategico dell’area nel contesto urbano della città, valorizzazione della potenzialità di fruizione pubblica dell’area; - identificazione di aree a spazi pubblici e di servizi pubblici come meglio descritto negli “obbiettivi particolari“ (lett. b); - identificazione di aree a vocazione ricettiva - terziaria e relativi volumi.

2
Roberto Mascazzini

obiettivi particolari: - realizzazione di parcheggi pubblici (anche parzialmente o totalmente interrati, o in elevazione) da considerare nel contesto del sistema dei parcheggi esistenti o in fase di realizzazione; - identificazione di stazione bus con ruolo di nodo di interscambio in considerazione del flusso dei mezzi pubblici attualmente gravitanti in Piazza Libertà e delle programmazioni territoriali in materia di trasporto pubblico per l’area Rhodense; - identificazione di un percorso pedonale e dell’accesso alla Stazione RFI di Piazza Libertà dal parcheggio di attestamento e dal Polo commerciale di via Volta, anche attraverso il risezionamento della via Torino; - identificazione del sistema del verde e dell’arredo urbano; - miglioramento dell’aspetto compositivo e architettonico di piazza Libertà, comprensivo del sottopasso verso via Magenta;

12
Roberto Mascazzini

5
Roberto Mascazzini
15
Roberto Mascazzini
16
Roberto Mascazzini
13
Roberto Mascazzini
14
Roberto Mascazzini
9
Roberto Mascazzini
8
Roberto Mascazzini
6
Roberto Mascazzini
4
Roberto Mascazzini
3
Roberto Mascazzini
10
Roberto Mascazzini
11
Roberto Mascazzini
7
Roberto Mascazzini