After his graduation at Politecnico di Milano in 1985, Roberto Mascazzini has been firstly Vittoriano Viganò assistan professor and architect collaborator for about a ten year period. Then he has been furniture designer for Arflex, Vittorio Bonacina, Felice Rossi and other firms, interior architect and stand designer for Iveco, Salvarani and Pirelli. Nowadays his studio deals mainly with urban and landscape design, especially through competitions. Clients are both private citizens and public administrations. Main works are: a landscape design project for the new Politecnico di Milano - Bovisa university campus in Milan (with arch. Vittoriano Viganò), Rossi House, Branca House, Buscate Cultural Centre, Rho railyard redevelopment, a new social housing neighborhood for about 1.000 inhabitants in Milano - Figino, terraced houses in Sesto San Giovanni built with recycled local materials. Works in progress are: Buscate town center redevelopment, Gallarate new library, Cesate graveyard expansion.

Currently he’s a tutor professor at the Architecture University of the Politecnico di MilanoPolitecnico di Milano), where he focused on prison buildings redevelopment

Awards Joung Design 1993 (awarded) Premio Domus-Inarch 1996 (mention) Premio Domus-Inarch 1998 (1st prize opera prima), International awards Dedalo-Minosse 2004 (mention) “Ricerca e Formazione Progetto di Architettura. Architetti italiani under 50 “ - Palazzo della Triennale di Milano - 2005 “Architetti interpretano la casa d’abitazione italiana” - Rassegna sull’abitare nell’ultimo decennio – Cittadella (PD) 2005. “Conflitti, Architettura Contemporanea in Italia” – Salerno 2006 Ha esposto il proprio lavoro al Museo delle Scienze, al Palazzo delle Esposizioni e alla Triennale di Milano, alla Basilica Palladiana di Vicenza, al Maschio Angioino di Napoli. Entro il percorso itinerante della mostra “Dedalo-Minosse” anche a:
Washington, San Francisco, Mosca, Barcellona, Tokyo, Pechino, Praga, Londra, Madrid. Segnalato tra i 101 studi emergenti nel mondo dalla rivista WALLPAPER 2007 Architetto selezionato per il Premio Internazionale di Ideazione e Progettazione Tecnica, Genova 2011 Premio internazionale The Plane 2016 (finalista) Premio internazionale IQU 2016 (3° premio) Internatioal Prize for Sustainable Architecture 2017 (finalista)

Buscate - Italia

Casa Branca

1706225704
Roberto Mascazzini

La divisione binaria del lotto in “righe” parallele tra loro e perpendicolari all’asse dello della pubblica via, sulla quale appoggia la forma quasi rettangolo del terreno – un tempo parte del vasto parco di una villa seicentesca, presenza storico architettonica locale – serve a dare origine all’ordine geometrico dello spazio e disegna la nuova esperienza abitativa, domestica, privata di casa Branca.

1573068025
Roberto Mascazzini

Per l’architetto l’idea binaria,ovvero l'espansione dell'impronta delle “righe” sino ad occupare l'intera area di progetto, oltre a voler conferire al giardino l'illusione di una sua dilatazione spaziale, serve a dare forza al presupposto architettonico della partizione in setti cementizi che si insinuano nel progetto organizzando gli spazi domestici.

22735840
Roberto Mascazzini

Proprio nello spessore regalato alle “righe”, si elevano quindi gli elementi murari entro i quali il progetto prende forza, distillando i percorsi interni – orizzontali e verticali – ed aggiungendo pochissime partizioni interne – quasi a non voler confondere l’idea iniziale – modello dell’ordine interno-esterno.

1559582901
Roberto Mascazzini

Inoltre se l’affaccio della casa, sullo stretto corridoio verde che separa l’ingresso dalla strada – nascosto oltretutto dalla forte presenza muraria di confine – si chiude rispettosamente sul privato inviolabile della famiglia, lasciando apparire ben poco del rigoroso disegno – solo una loggia e un taglio vetrato – il retrostante giardino gode invece del dinamico spettacolo di volumi che si proiettano sui binari in una colorata danza di forme.

1802783672
Roberto Mascazzini

Per concludere, il sapiente abbinamento dei materiali di facciata lastre metalliche, vetro, pannelli in legno – accostati alla nitida e pura muratura bianca – ed il ricercato ed elegante svolgimento degli scorci prospettici interni, avvolgono l’abitare domestico di casa Branca e la sua presenza nel contesto, nel più protetto e silenzioso privato.

255622834
Roberto Mascazzini

1465172736
Roberto Mascazzini
275695787
Roberto Mascazzini
459503997
Roberto Mascazzini
1745957948
Roberto Mascazzini
1464541457
Roberto Mascazzini
1484020884
Roberto Mascazzini
24481904
Roberto Mascazzini
1466033054
Roberto Mascazzini
32239378
Roberto Mascazzini
643984537
Roberto Mascazzini
380986199
Roberto Mascazzini
251370495
Roberto Mascazzini
410458113
Roberto Mascazzini
345556474
Roberto Mascazzini
1907005119
Roberto Mascazzini
1134957376
Roberto Mascazzini
2075749685
Roberto Mascazzini
1791426104
Roberto Mascazzini
907065860
Roberto Mascazzini