Lo studio si occupa di progettazione architettonica e urbanistica e di ristrutturazione e restauro del patrimonio edilizio esistente, compresa la redazione delle pratiche necessarie all'ottenimento degli scopi voluti (Catasto e Certificazione Energetica inclusi). Si occupa poi di studio e allestimento d'interni, essendo l'organismo edilizio un tutt'uno le cui parti devono dialogare tra esterno ed interno senza soluzione di continuità. Per risolvere le molteplici problematiche del settore e andare incontro a tutte le esigenze del cliente si avvale poi di fidati collaboratori sia in ambito architettonico che tecnico/ingegneristico.

Marco Lo Monaco

Nato a Susa (TO) il 11/10/1979, dopo aver conseguito la maturità scientifica a Bussoleno (TO) nel luglio del 2004 si laurea in Architettura con il massimo dei voti presso la I Facoltà del Politecnico di Torino, con una tesi rivolta alla rifunzionalizzazione di una ex area industriale (l'area ex ASSA, a Susa). Subito assunto da uno studio di architettura e ingegneria partecipa alla redazione di svariati progetti architettonici e urbanistici ed inizia a dedicarsi alla libera professione a partire dal 2006, inizialmente parallelamente al lavoro all’interno dello studio poi, dalla fine del 2007, in forma esclusiva. Dal 2005 è regolarmente iscritto all’Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Torino e da Agosto del 2009 è membro della Commissione Locale per il Paesaggio della città di Susa (TO), che presiede da Ottobre del 2012 a fine mandato (Novembre 2014). E' iscritto all’Elenco dei Certificatori Energetici della Regione Piemonte ed è in possesso di patente nautica, a vela e a motore, senza limiti di navigazione dalla costa.

Lecco - Italia

Riqualificazione della sede della Provincia di Lecco

Con Marco Milanese

Concorso di idee per la realizzazione della Sala del Consiglio Provinciale della Provincia di Lecco e la riqualificazione della sede Amministrativa di C.so Matteotti.

Fotoinserimento
Marco Lo Monaco

Il Progetto.

Tema b
Marco Lo Monaco

Dare una nuova immagine all’edificio, mantenendo una sorta di autonomia dall’edificazione circostante pur riprendendo alcune tradizioni dell’architettura locale nell’uso dei materiali. Il risultato che si vuole ottenere è quello di dare un’immagine completamente nuova alla sede della Provincia di Lecco, immediatamente riconoscibile. Per ottenere questo risultato si dota l’edificio di una pelle totalmente nuova, che riveste completamente la muratura esistente migliorandone inoltre la prestazione energetica.

La Nuova Pelle.

Costituita da un isolamento a cappotto realizzato con pannelli in fibra di legno, rivestito e protetto da una finitura superficiale divisa in due tipologie:

Basamento e accesso: rivestimento in doghe di legno lamellare, con funzione di frangisole, che scende fino a terra andando a caratterizzare con la sua interruzione i nuovi accessi all’edificio; il nuovo rivestimento va inoltre a ricostruire gli angoli dell’edificio, che in questo modo acquista ancora maggiore autonomia rispetto al contorno; al piano terreno si prosegue il porticato dell’edificio adiacente sottolineando e proteggendo i nuovi accessi alla sede provinciale.

Coronamento: costituito da un rivestimento in Rheinzink che crea una sorta di risvolto della copertura, terminando e chiudendo il rivestimento in legno lamellare prima descritto.