Born in 52 , he graduated in architecture in 1977 at the IUAV in Venice with Carlo Scarpa , visiting him in the 74/77 . In 78 he moved from Venice to Treviso, where he began to teach ,then it will be Professor of Construction up to 97. After leaving teaching, lover of travel , over the years favors the innate passion experimental design, to propose in special situations, such as projects for cable-stayed bridges of Rudavoi (BL) 1999, Figline Valdarno ( FI) 2012 and now, in the prototype of the single-family house in wood with low energy consumption – www.francescodepoi.co.uk In recognition has preserved the ancient love of beauty .


Francesco De Poi - architetto - (Italy) Nato nel 52, si laurea nel 1977 in architettura all’IUAV di Venezia con il prof. Carlo Scarpa frequentandolo fra il 74/77. Nel 78, si trasferisce da Venezia a Treviso dove inizia ad insegnare; poi sarà titolare della cattedra di Costruzioni fino al 97. Lasciato l’insegnamento - amante dei viaggi - negli anni asseconda l’innata passione progettuale sperimentale per proporsi anche in situazioni particolari, quali i progetti per i ponti strallati del Rudavoi (BL) 1999, Figline Valdarno (FI) 2012 e ora, nel prototipo della Casa in legno unifamiliare a basso consumo energetico - www.francescodepoi.co.uk Nella consapevolezza ha conservato l’antico amore per il bello.

Cortina d'Ampezzo/Misurina - Italia

Il Ponte strallato sul Rudavoi- Luce 240,62 m.

Progetto di un nuovo Ponte sul torrente Rudavoi lungo la SS 48 delle Dolomiti (BL)- campata n. 1 L1=165,82 m - campata n. 2 L2=74,80 m

Str 2004  1
Francesco De Poi

Il Ponte si concretizza a livello percettivo, come una lama sottile, quasi invisibile nella luce della penombra, un uso efficiente dei materiali si traduce in trasparenza e snellezza della struttura, con armonia e unità delle parti determinate da un corretta proporzione.

Stra5
Francesco De Poi

Una plasticità estrema del manufatto, ne esalta la valenza architettonica attraverso la sua stessa forma, con un’informazione completa sulla propria funzione, quasi ricordandoci che ‘l’uomo abita in quanto costruisce’...

Pomte 1
Francesco De Poi

Il luogo acquista valore dal ponte, antecedente il significato dell’ambiente è nascosto; la costruzione del ponte lo ha messo in luce trasformando un sito in un luogo, scoprendo i significati potenziale presenti nell’ambiente.

Ruda cop
Francesco De Poi

Fattori ambientali hanno, di fatto, obbligato le scelte:

*       Realizzare un ponte strallato con elevato grado d’atipicità . La necessità di utilizzare appoggi particolari: pile a V, per ridurre distanze, abbassamenti d’impalcato, la torsione in curva, trasmettere con un doppio cavo una percentuale delle sollecitazioni a terra sulla riva verso Misurina.
*      Costruire il ponte con una sola pila   asimmetrica posta  a nord-est verso Misurina; presenza di una faglia sismica nella riva opposta e moti franosi in corso di colate detritiche.
Str 2004  4
Francesco De Poi

L’impalcato è formato da 47 conci di 5 metri ciascuno, di cui 36 su un’asse rettilineo e undici in curva, per una lunghezza complessiva di 235 metri.

Str 2004  5
Francesco De Poi

La sezione dello stesso, presenta un cassone di larghezza di m.10,60, sopra il quale si sviluppa il nastro stradale, con carreggiata a due corsie, ed è stata progettata per l’utilizzo di due tipologie stradali: IV o V.

Str 2004  6
Francesco De Poi

Il concio pluricellulare in C.A.P., presenta un’altezza al centro di m.1,30 e ai bordi solo 0,62 m. per un peso complessivo di 66.07 t. ed è costituito da tre elementi.

Stra14  9
Francesco De Poi

Stra13  1
Francesco De Poi
Stra13  3
Francesco De Poi
Str 2004  2
Francesco De Poi
Stra13  4
Francesco De Poi
Sstra 20  29
Francesco De Poi
Stra13  5
Francesco De Poi
Stra13  6
Francesco De Poi
Stra13  7
Francesco De Poi
Stra13  9
Francesco De Poi
Stra13  2
Francesco De Poi
Stra13  10
Francesco De Poi
Stra13  11
Francesco De Poi
Stra13  18
Francesco De Poi
Stra13  14
Francesco De Poi
Stra13  15
Francesco De Poi
Sstra 20  40
Francesco De Poi