ES arch enricoscaramelliniarchitetto è uno studio di architettura di Madesimo, Italia.
Milano - Italia

Residenza AG3

riprogettazione involucro edilizio e piano attico

Vista 1
ES arch enricoscaramelliniarchitetto

Aspetti generali e caratteri del progetto

Pt esteso
ES arch enricoscaramelliniarchitetto

Il progetto in variante si occupa di tre aspetti fondamentali: 1) Modifica della distribuzione interna degli appartamenti con nuova suddivisione dei locali 2) Modifica di sagoma, di volume e della distribuzione del piano attico 3) Modifica dei materiali e della partitura dei prospetti. Il progetto prende atto del volume dichiarato originariamente ed introduce una serie di variazioni che diventano evidenti al piano attico e nella definizione compositiva e materiale delle facciate. I piani terra, primo, secondo e terzo rimangono pressoché invariati nella loro perimetrazione e sagoma.

P3
ES arch enricoscaramelliniarchitetto

Modifica di sagoma, di volume e della distribuzione del piano attico

Prospetto 1
ES arch enricoscaramelliniarchitetto

Il piano attico è stato modificato nella sua perimetrazione e nella sua sagoma volumetrica. Il progetto iniziale prevedeva una copertura curva in legno con finitura in rame ossidato. Nel progetto di variante si è tenuto conto del paesaggio circostante caratterizzato da coperture tradizionalmente piane. Corso Sempione e le aree limitrofe sono storicamente riconducibili alle coperture piane di tradizione razionalista. Si è quindi optato per l’esclusione della copertura curva e per una ricomposizione secondo linee orizzontali. La copertura si attesta su un’unica altezza. Tutti i sistemi impiantistici e strutturali sono situati all’intradosso della copertura che si presenta come elemento piano orizzontale. Il sistema della copertura si estende sulla facciata di via Agudio componendo un sistema che compone la parte sommitale della serra e prosegue definendo un piccolo porticato esterno con relativo pergolato. L’utilizzo di una pompa di calore ha permesso di eliminare i pannelli solari presenti nella versione precedente di progetto e di sostituire i pannelli fotovoltaici con un film amorfo fotovoltaico montato in aderenza alla soletta di copertura. In questo modo, dall’esterno non è più visibile alcun elemento tecnico. Il progetto si semplifica definendo un volume puro posto in copertura. Vi è quindi una maggior affinità e coerenza con la parte sottostante dell’edificio che si presenta dominata da linee nette ed orizzontali.

Prospetto 2
ES arch enricoscaramelliniarchitetto

Modifica dei materiali e della partitura dei prospetti.

Prospetto 3
ES arch enricoscaramelliniarchitetto

Il progetto in variante opera una serie di modificazioni a livello dei materiali e sulla loro composizione di facciata. La ridefinizione volumetrica del piano ultimo si completa attraverso il rivestimento in Rheinzink Gold Pearl. Il progetto in variante si organizza secondo due colori prevalenti: bianco e giallo nelle loro varie declinazioni (pietra, metallo, vetro). La cornice di facciata su via agudio viene ricomposta con i due materiali (pietra bianca, metallo gold) in un’alternanza di campiture che determinano ed annullano la partizione ripetuta sui piani. Il piano terra viene ridefinito nelle sue parti opache e trasparenti. A causa di sistemi strutturali di dimensioni maggiori e alla presenza di cavedi per passaggio impianti, la parte trasparente si è ridotta in superficie rispetto al progetto originario. A questo punto, il progetto ridisegna il basamento con l’utilizzo di una pietra leccese taglio sega a lastre sfalsate. Viene così ridefinito e marcato il piano terra con un contemporaneo disegno a fasce. La pietra leccese infine impreziosisce il fronte in testata dell’edificio. Semplici superfici dorate affiancate alle bucature permettono di ridefinire la composizione dell’intera facciata.

Prospetto 4
ES arch enricoscaramelliniarchitetto

Prospetto 5
ES arch enricoscaramelliniarchitetto
Vista 1
ES arch enricoscaramelliniarchitetto
Vista 2
ES arch enricoscaramelliniarchitetto